informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cosa fare a Salerno: idee low cost per studenti e non solo

Commenti disabilitati su Cosa fare a Salerno: idee low cost per studenti e non solo Studiare a Salerno

Sei uno studente e ti stai chiedendo cosa fare a Salerno e dintorni?

Magari per staccare un po’ la spina dallo studio e rilassare la mente?

Non preoccuparti, perché in questa città è quasi impossibile annoiarsi o non avere l’opportunità di coltivare i propri interessi e le proprie passioni.

L’importante è sapere come farlo, conoscendo i giusti luoghi da visitare o in cui trovare quello che cerchi.

Questa zona è piena di cose belle da vedere e da fare, alcune forse non abbastanza conosciute come dovrebbero.

Ecco perché abbiamo deciso di scrivere una guida proprio su cosa fare a Salerno.

Tra eventi, sagre a Salerno e provincia, concerti gratis in Campania, mare, panorami incantati e paesaggi mozzafiato, la scelta è davvero ampia.

Senza dimenticare i musei e i siti archeologici, che spesso e volentieri prevedono per gli studenti agevolazioni e sconti su eventuali biglietti di ingresso.

E poi la cucina tipica: cosa e dove mangiare a Salerno? Anche qui c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Curioso di saperne di più? Allora partiamo subito per un tour virtuale dei più bei posti ed eventi in Campania nella zona del salernitano.

Luoghi da visitare in Campania: posti ed eventi a Salerno

eventi salernoCosa fare a Salerno oggi? Se è estate potresti andare a fare un bel bagno al mare, in caso contrario potresti comunque optare per una suggestiva passeggiata al lungomare Trieste se non è ancora la stagione adatta ad immergersi. Un bel modo per visitare Salerno a piedi. Oppure concederti un picnic o un’escursione tra i tanti parchi, giardini urbani e aree naturali dei dintorni. Anche dal punto di vista culturale le alternative non mancano: dalle architetture religiose, civili e militari visitabili ai musei. Occhio però al calendario: stasera a Salerno potrebbero essere in pieno svolgimento una sagra, un evento folkloristico o magari una fiera. Non vorrai mica perderteli?

Salerno: cosa vedere dal punto di vista naturalistico

Come accennato fin qui, una delle attrazioni più importanti di Salerno è il mare.

Per capirne il motivo occorre vedere Salerno dove si trova dal punto di vista strategico. La città, infatti, si trova infatti tra la cosiddetta Piana del Sele e la famosa Costiera amalfitana, proprio nel punto in cui la Valle dell’Irno si apre verso il mare.

Ma dal punto di vista naturalistico, il territorio di Salerno città e dintorni è molto variegato: dal mare ai quasi 1000 metri del monte Stella, passando per i fiumi Irno e Picentino o per il lago di Brignano.

Salerno: luoghi di interesse architettonici

Altro tratto caratterizzante di Salerno è l’architettura.

Per quanto riguarda quella religiosa, predomina lo stile barocco. La maggior parte delle chiese più importanti dal punto di vista artistico e architettonico si trovano in centro e sono di origine alto-medioevale.

Tra le più belle ricordiamo:

  1. Cattedrale di Salerno;
  2. Sant’Andrea de Lavina, di epoca longobarda;
  3. Chiesa del Santissimo Crocifisso;
  4. Chiesa del Monte dei Morti
  5. San Filippo Neri;
  6. Chiesa dell’Annunziata;
  7. Chiesa di San Giorgio, “la più bella chiesa barocca” della città per definizione.

Più recenti la chiesa del Sacro Cuore, risalente agli inizi del ‘900, e la chiesa della Sacra Famiglia, il primo edificio di culto realizzato interamente in cemento armato. Senza dimenticare i conventi, come San Nicola della Palma, che ospita l’Istituto Europeo di Ricerche Biomediche, o San Lorenzo.

Per quanto concerne, invece, l’architettura civile, il centro di Salerno è pieno di vicoli, palazzi nobiliari e edifici antichi davvero belli da vedere, come quelli risalenti all’epoca longobarda e normanna. Ad esempio:

  1. Palazzo San Massimo del principe Guaiferio;
  2. Teatro Municipale Giuseppe Verdi;
  3. Palazzo Fruscione;
  4. Palazzo Pinto.

Ci sono anche edifici pubblici e residenziali di inizio ‘900, in stile liberty. Come i palazzi Edilizia, Natella e della Camera di Commercio nella zona del Lungomare Trieste, ma anche Palazzo Barone e Palazzo D’Alessandro, rispettivamente in zona porto e stazione.

Rimangono anche imponenti segni di Architettura Fascista, attraverso la Prefettura, il Palazzo di Città, il Liceo Ginnasio Torquato Tasso e i palazzi di Giustizia e delle Poste.

Più recenti le opere realizzate da alcuni degli architetti più noti del nuovo millennio:

  1. Cittadella Giudiziaria di David Chipperfield;
  2. Stazione marittima di Zaha Hadid;
  3. Piazza della Libertà di Ricardo Bofill;
  4. Marina d’Arechi di Santiago Calatrava;
  5. Eden Park di Massimiliano Fuksas.

Non mancano nemmeno significative architetture militari. Fra tutte il Castello dell’Arechi, la Bastiglia, Torre Angellara e la Carnale.

Musei e siti archeologici a Salerno

Se cerchi cosa fare a Salerno, ricordati che di notevole interesse ci sono anche diverse statue da vedere, come quella dedicata a Giovanni Amendola davanti al Tribunale o a Giovanni Nicotera all’interno della Villa Comunale. E poi gli obelischi, gli acquedotti e le fontane, su tutte quella del Tenna e quella dei pesci attribuita al Vanvitelli.

Tra i musei più importanti, invece, vale certamente la pena di citare:

  1. Museo Archeologico Provinciale, istituito nel 1927 e quindi il più antico della città;
  2. Museo Diocesano, probabilmente il più completo e interessante di tutta Salerno;
  3. Pinacoteca Provinciale, raccoglie opere che vanno dal Rinascimento al Futurismo;
  4. Museo virtuale della scuola medica salernitana, ricco di antichi strumenti medici e riproduzioni interattive di codici medievali;
  5. Museo dello sbarco e Salerno Capitale;
  6. Castello di Arechi, che comprende un museo archeologico e uno multimediale;
  7. Museo Città Creativa, luogo di esposizione per mostre ed eventi ad Ogliara;
  8. Museo della Ceramica Alfonso Tafuri, dove è presenta anche una ricca raccolta di riggiole del Settecento napoletano e dell’Ottocento vietrese;
  9. Centro espositivo e complesso monumentale Santa Sofia, ex convento e ora spazio multimediale per mostre ed eventi a Salerno.

Eventi Salerno

Non ci rimane che scoprire quali sagre Salerno tiene ogni anno e le altre feste e manifestazioni alle quali è possibile assistere o partecipare in città.

Tra le sagre Salerno e provincia più importanti, ti segnaliamo:

  1. Sagra dell’olio d’oliva, dicembre ad Albanella;
  2. Festa del Carciofo IGP di Paestum ad aprile;
  3. Sagra dei Fiori di Zucca, ad agosto a San Rufo;
  4. Positano Street Food, ad aprile a Positano;
  5. Sagra della Castagna a ottobre a Calvanico e a novembre ad San Cipriano Piacentino;
  6. Festa del mangione, ad agosto a Baronissi;
  7. Sagra della nocciola, tra settembre-ottobre a Giffoni sei Casali;
  8. Birra in Borgo, a settembre a Sant’Egidio del Monte Albino;
  9. Festa della Birra, ad agosto ad Olevano sul Tusciano;
  10. Sagra del Vino e delle tradizioni, ad agosto a Tramonti;
  11. Sagra Missionaria Francescana, a settembre a Nocera Inferiore;
  12. Cavatielli e Stoccafisso, ad agosto a Castel San Giorno;
  13. Sagra della trippa e del prosciutto, ad agosto a Castel San Giorgio;
  14. Sapori d’Autunno, a novembre a Felitto;
  15. Sagra della sfogliatella santarosa, ad agosto a Conca dei Marini;
  16. Lemon Night, per la serie cosa fare a Salerno la sera, ad agosto a Maiori;
  17. Sagra della Mulignana, a luglio a Scafati;
  18. Baccanalia, ad agosto a San Gregorio Magno;
  19. Sagra della pasta fatta a mano, ad agosto a Buccino;
  20. Festa del Pescato di Paranza, a giugno a Castellabate;
  21. Sagra del fusillo, a giugno ad Auletta;
  22. A tutta pizza, a giugno a Giffoni Valle Piana;
  23. Sagra della braciola di capra e della Percoca Sianese nel vino, ad agosto a Siano.

Mentre la festività più importante è quella legata a San Matteo, che si celebra il 21 settembre.

Altri eventi da non perdere sono il Festival del Cinema di Salerno, la Fiera del Crocifisso, il Festival Culture Giovani, Luci d’Artista e il Festival Salerno Letteratura.

Provincia di Salerno: destinazioni più belle

Costiera Amalfitana cosa vedere in 3 giorniCosa fare a Salerno, ma non solo: sia la Costiera Amalfitana che quella Cilentina sono state dichiarata patrimonio dell’UNESCO, in quanto rappresentano due delle costiere più belle al mondo.

Le località turistiche balneari più conosciute in provincia di Salerno sono Amalfi, Maiori, Minori, Positano e Praiano da una parte, mentre dall’altra Agropoli, Castellabate, Elea-Velia, Marina di Camerota, Paestum, Palinuro, Scario e Sapri.

Se ti stavi chiedendo in Costiera Amalfitana cosa vedere in 3 giorni o in un week endadesso hai una risposta anche a questo.

L’aera di Paestum, già colonia greca e successivamente romana, è molto importante anche dal punto di vista storico.

Ma località turistica di rilievo è anche Cava de’ Tirreni.

Altro patrimonio UNESCO è anche il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Daino, che comprende i siti archeologici delle giù citate Paestum e Elea-Velia, oltre che la Certosa di Padula.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali