informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Il fenomeno della violenza sul web

Commenti disabilitati su Il fenomeno della violenza sul web Studiare a Salerno

La violenza online è un fenomeno con cui dobbiamo confrontarci quotidianamente.
Sicuramente tra le cause di ciò è un uso sbagliato e irresponsabile di Internet, soprattutto da parte dei più giovani.

L’uso improprio del web è dato dalla mancanza di consapevolezza delle conseguenze relative ai comportamenti che si assumono sui nuovi mezzi.
Proprio la mancanza di consapevolezza è l’elemento che caratterizza i cyberbulli.
L’anonimato dietro cui si nascondono, offerto dal web, ha come effetto il venir meno delle remore morali; a questo si aggiunge l’assenza di limiti spazio-temporali, propria di Internet.

Una delle possibili manifestazioni della violenza online è proprio il cyberbullismo.
Il cyberbullismo è definito come un attacco ripetuto, continuo e sistematico, messo in atto attraverso la rete e rappresenta il 34% del più generico fenomeno bullismo.
Questo si concretizza attraverso la creazione e diffusione di calunnie e video e/o immagini denigratorie, messaggi offensivi e minacciosi tramite e-mail, sms, mms, social network, forum online e chat di messaggistica.

Le vittime, come nel caso del bullismo, sono considerate tali a causa di qualche caratteristica che li differenzia dagli altri:

  • aspetto fisico;
  • carattere;
  • orientamento sessuale;
  • etnia;
  • religione.

Strumento proprio del cyberbullo diventa l’hate speech, letteralmente incitamento all’odio.
Modalità espressiva la cui unica funzione è quella di generare odio e intolleranza nei confronti di una vittima o un gruppo di vittime.
Fenomeno difficile da contrastare legislativamente a causa dei possibili conflitti con la tutela della libertà d’espressione.

È possibile, però, opporsi a tale registro espressivo…

Contrastare il linguaggio d’odio

Il linguaggio d’odio è dunque una realtà consolidata sulla rete e proprio dalla voglia di invertire questa rotta nasce il progetto Parole Ostili.
La creazione di una community virtuale il cui scopo è far riflettere su quanto siano influenti le parole e sulla necessità di sceglierle con cura.

Parole Ostili prende forma anche al di fuori dal web con la due giorni tenutasi a Trieste in cui sono stati trattati i temi del cyberbullismo, giovani e digitale, bambini e social media, con la presenza della Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, il direttore del tgLa7 Enrico Mentana e Gianni Morandi.

L’idea di fondo è quella di capire il potere che le parole di ciascuno possono avere sugli altri, anche nel mondo virtuale, e la conseguente decisione di cambiare e migliorare il proprio modo di comunicare sulla rete.

L’eredità di questo progetto è stata la stesura de Il Manifesto della comunicazione non ostile.

Stabilito il potere delle parole, capaci di ferire e offendere, è stato elaborato un decalogo per un uso più corretto e consapevole del web:

  1. virtuale è reale;
  2. si è ciò che si comunica;
  3. le parole danno forma al pensiero;
  4. prima di parlare bisogna ascoltare;
  5. le parole sono un ponte;
  6. le parole hanno conseguenze;
  7. condividere è una responsabilità;
  8. le idee si possono discutere, le persone si devono rispettare;
  9. gli insulti non sono argomenti;
  10. anche il silenzio comunica.

La promozione dell’utilizzo di un linguaggio non ostile passa anche attraverso le scuole.
Le figure dei docenti, accanto a quelle dei genitori, risultano essere indispensabili per contrastare il cyberbullismo. Nasce per questo motivo il master online in bullismo e cyberbullismo offerto dall’Università degli Studi Niccolò Cusano.

Master di primo livello in bullismo e cyberbullismo

Unicusano attiva a partire dall’anno accademico 2016/2017 il master in bullismo e cyberbullismo, afferente alla facoltà di Scienze della Formazione dell’ateneo.

Il master, di durata annuale, è pensato per formare e aggiornare sui nuovi studi e sulle nuove tecniche di prevenzione e intervento diverse figure professionali:

  • docenti di ogni ordine e grado;
  • dirigenti scolastici;
  • assistenti sociali;
  • educatori;
  • medici.

Le 1500 ore di lezione sono integralmente disponibili sulla piattaforma di e-learning attivata dall’università e permettono la più totale flessibilità nell’organizzazione dello studio di ciascun corsista.
A queste si aggiungono materiali fad ed eventuali test di autovalutazione.

L’obiettivo principale di questo corso è fornire a ciascun iscritto conoscenze e competenze relative:

  • alle teorie sulla psicologia dei nuovi media nell’adolescenza
  • agli strumenti teraupetici, sia preventivi che diagnostici;
  • all’elaborazione di un approccio critico all’uso di internet tra bambini e ragazzi.

Diverse le tematiche affrontate nel percorso formativo, pari a 60 crediti formativi, tra cui:

  • pedagogia generale;
  • la navigazione dell’internauta;
  • la dipendenza dai nuovi media;
  • sociologia familiare;
  • comunicazione ed espressione dei nativi digitali;
  • la sicurezza in rete;
  • nuove vie di prevenzione e di intervento educativo.

Concluse le lezioni si svolgerà un test finale, il cui superamento comporterà il rilascio di un diploma volto a certificare conoscenze e competenze acquisite.

Per avere ulteriori informazioni sul master in bullismo e cyberbullismo, o sull’offerta generale dell’ateneo, consulta il sito di unicusano.

Informativa ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003

"Codice in materia di protezione dei dati personali" 

Tenuto conto dell'obbligo di informativa nei confronti degli interessati in relazione al trattamento dei dati personali degli studenti, l'Unicusano Università  Telematica Roma, con sede in Roma, in Via Don Carlo Gnocchi 3, in qualità  di titolare del trattamento dei dati Le fornisce le seguenti informazioni:

  1. I dati personali (nome, cognome, indirizzo email, numero di telefono), raccolti attraverso la compilazione del form o al momento dell'immatricolazione, i dati connessi alla carriera universitaria e comunque prodotti dall'Università Telematica nell'ambito dello svolgimento delle sue funzioni istituzionali, saranno raccolti e trattati, nel rispetto delle norme di legge, di regolamento e di principi di correttezza e tutela della Sua riservatezza, per finalità connesse allo svolgimento delle attività istituzionali dell'Università , in particolare per tutti gli adempimenti connessi alla piena attuazione del rapporto didattico ed amministrativo con l'Università ;
  2. Il trattamento sarà  effettuato anche con l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati e può consistere in qualunque operazione o complesso di operazioni tra quelle indicate all'art. 1, comma 2, lettera b) della legge (per trattamento si intende "qualunque operazione o complesso di operazioni svolte con o senza l'ausilio di mezzi elettronici, o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la conservazione, l'elaborazione, la modificazione, la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distribuzione dei dati");
  3. I dati personali saranno inoltre comunicati e diffusi dall'Università  attraverso i propri uffici - sia durante la carriera universitaria dell'interessato che dopo la laurea - a soggetti, enti ed associazioni esterni, per iniziative di orientamento lavoro (stage) e per attività  di formazione post-laurea;
  4. I dati personali potranno essere comunicati ad altri soggetti pubblici quando la comunicazione risulti comunque necessaria per lo svolgimento delle funzioni istituzionali dell'Università  richieste dall'interessato, quali, ad esempio, organi pubblici preposti alla gestione di contributi per ricerca e borse di studio;
  5. Informazioni relative ai laureati, ovvero nominativo, data di nascita, indirizzo, numero di telefono, titolo della tesi e voto di laurea, saranno immesse sulla rete per consentire la diffusione dei dati nell'ambito di iniziative di orientamento di lavoro e attività  di formazione post-laurea.
  6. Per disattivare le future comunicazioni dirette con UNICUSANO o richiedere la cancellazione dei dati personali raccolti può rivolgersi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma o inviare una mail con la richiesta di cancellazione all'indirizzo informazioni@unicusano.it. Nei confronti dell'UNICUSANO Università Telematica Roma, Lei potrà  esercitare i diritti previsti dall' art. 7 del Decreto Legislativo n.196/2003, rivolgendosi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma.