informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Psicologi famosi: i più conosciuti da Freud ai giorni nostri

Commenti disabilitati su Psicologi famosi: i più conosciuti da Freud ai giorni nostri Studiare a Salerno

Ti stai chiedendo chi sono gli psicologi famosi più importanti della storia a livello italiano ed internazionale?

Allora stai leggendo l’articolo giusto.

In questa guida, infatti, vareremo per te un elenco psicologi, psichiatri e psicoterapeuti famosi di fama nazionale e mondiale.

Quelli che hanno sempre saputo ascoltare e analizzare la società e la psiche umana nel modo migliore. Coloro che sanno sempre quali frasi incoraggianti utilizzare o le parole in grado di dare la carica giusta, che sanno sempre cosa fare, compreso quando usare il bastone e quando la carota. Quelli che sanno quando è il momento di ascoltare e quando quello per parlare. Che sanno come rilassare la mente dei loro pazienti o come stimolarla, a seconda dei casi.

Psicologi importanti e in gamba, oltre che popolari.

Pronto ad iniziare questo viaggio alla scoperta degli psicologi più autorevoli e conosciuti?

Partiremo dai padri fondatori di questa disciplina, fino ad arrivare ai giorni nostri, dove gli psicologi famosi sono sempre più coinvolti nei diversi ambiti che contraddistinguono la quotidianità umana. Dallo sport (dove spesso svolgono anche ruoli da motivatore) alla tv, dove vengono spesso e volentieri coinvolti come esperti ed opinionisti.

psicologi italianiFatte queste doverose premesse, non perdiamo tempo e iniziamo subito. Buona lettura.

Psicologo famoso: l’identikit perfetto

Come accennato, in questo articolo andremo a scandagliare i nomi degli psicologi famosi che hanno fatto la storia di questa disciplina, ma non solo. Citeremo, infatti, anche i nomi degli psicologi attuali più autorevoli e dedicheremo un intero paragrafo agli psicologi italiani più in vista.

Psicologi nella storia: i più importanti di sempre

Iniziamo subito con gli psicologi famosi della storia. Ecco la nostra top 10:

  1. Sigismund Schlomo Freud (1856–1939). Più semplicemente noto come Sigmund Freud, è considerato il padre della psicologia, o meglio fondatore della psicoanalisi, la più nota tra le correnti teoriche e pratiche della materia. Oltre a rientrare tra gli psicoanalisti famosi per eccellenza, è stato neurologo e filosofo di straordinaria importanza;
  2. Edward. L. Thorndike (1874–1949). Se esiste un premio a lui intitolato, istituito e conferito annualmente dall’APA (American Psychological Association), un motivo ci sarà;
  3. John Broadus Watson (1878-1958).  Se Freud è stato il padre della psicoanalisi, il Watson psicologo lo è del comportamentismo, branchia della psicologia fondata sull’osservazione del comportamento animale;
  4. Jean Piaget (1896–1980). Dai fondatori della psicoanalisi e del comportamentismo, a quello dell’epistemologia genetica. Nonché tra i più autorevoli nella psicologia dello sviluppo;
  5. Carl Ramson Rogers (1902–1987). Fu il padre della Teoria Rogeriana, noto per i suoi studi sul counseling e la psicoterapia all’interno della corrente umanistica della psicologia;
  6. Burrhus Frederic Skinner (1904–1990). Ecco un altro tra gli psicologi famosi più importanti del XX secolo. Addirittura il più influente secondo un recente studio;
  7. Abraham Harold Maslow (1908–1970). Principalmente noto per la sua teoria sulla gerarchizzazione dei bisogni, secondo la rivista scientifica The Review of General Psychology è il 10° psicologo più citato nel XX secolo;
  8. Leon Festinger (1919–1989). Particolarmente noto per la Teoria del confronto sociale e per il concetto della dissonanza cognitiva;
  9. Stanley Schachter (1922–1997). Padre della teoria cognitivo-attivazionale delle emozioni, detta anche “teoria dei due fattori” o “teoria del jukebox emotivo”;
  10. Albert Bandura (1925 -Vivente). Posto riservato anche per lui tra gli psicologi famosi, soprattutto per il suo lavoro sulla teoria dell’apprendimento sociale e quella sociale cognitiva.

Psicologi Italia: i più conosciuti del nostro Paese

Abbiamo così visto diversi psicologi famosi del 900 e prima ancora dell’800: due secoli fondamentali per questa disciplina.

Ma passiamo adesso agli psicologi famosi del nostro Paese.

Ecco otto nomi che vanno dai padri fondatori della materia in Italia nell’Ottocento, agli psicologi famosi moderni.

  1. Sante de Sanctis (Parrano, 7 febbraio 1862 – Roma, 20 febbraio 1935). Considerato uno dei padri della psicologia e della neuropsichiatria infantile italiana;
  2. Maria Tecla Artemisia Montessori (Chiaravalle, 31 agosto 1870 – Noordwijk, 6 maggio 1952). Chi non conosce l’educatrice, pedagogista, filosofa, medica, neuropsichiatra infantile e scienziata italiana nota in tutto il mondo per il metodo educativo che prende il suo nome?;
  3. Mario Ponzo (Milano, 1882 – Torino, 1960). Esperto principalmente di processi percettivi e problemi dell’orientamento scolastico e professionale;
  4. Fabio Metelli (Trieste, 10 giugno 1907 – Padova, 22 gennaio 1987). Tra i principali studiosi italiani di psicologia della Gestalt, insieme a Paolo Bozzi, Gaetano Kanizsa, Giovanni Bruno Vicario;
  5. Francesco Novara (Torino, 10 maggio 1923 – Torino, 23 gennaio 2009). Popolare anche perché operava come psicologo dei centri di medicina del lavoro;
  6. Luigi De Marchi (Brescia, 17 luglio 1927 – Roma, 24 luglio 2010). Genio e sregolatezza, verrebbe da dire. Si, perché parliamo di uno psicoterapeuta di formazione reichiana, umanista, autore di scritti provocatori e per questo ritenuti molto controversi. Non a caso amava definirsi un “Solista fuori dall’Accademia”;
  7. Carlo Moiso (Roma, 25 agosto 1945 – Rocca di Papa, 28 novembre 2008). Primo analista transazionale ad aver introdotto in Italia l’approccio di Eric Berne;
  8. Alessandro Gennari (Mantova, 8 luglio 1949 – Mantova, 3 gennaio 2000). Psicologo, ma anche scrittore. Deve la sua popolarità anche per aver essere l’autore de Le ragioni del sangue, con cui nel 1995 vinse il Premio Bagutta Opera Prima. Ma anche per Un destino ridicolo, romanzo scritto a quattro mani con il celebre cantautore italiano Fabrizio De André.

Psicologi contemporanei e psicologi in tv: nomi più conosciuti

Dopo aver svelato i nomi dei più importanti psicologi famosi italiani ed internazionali della storia, facciamo un salto nel tempo.

Pyarliamo di psicologi famosi italiani contemporanei.

  1. Raffaele Morelli. Nato a Milano nel 1948, è uno degli psicoterapeuti italiani più noti. Svolge anche il ruolo di direttore dell’Istituto Riza, è vicepresidente della Società Italiana di Medicina Psicosomatica, il cui acronimo è SIMP Italia. Le sue opere fanno spesso riferimento a dottrine orientali. Partecipa a diverse trasmissione televisive e radiofoniche;
  2. Paolo Crepet. Tra gli psichiatri italiani famosi più importanti, è anche sociologo e scrittore. Nato a Torino nel 1951 è frequente ospite di trasmissioni televisive, ma soprattutto autore di diversi saggi;
  3. Alessandro Meluzzi. Psichiatra, scrittore e accademico nato a  Napoli nel 1955. In veste di psichiatra è ospite di diverse trasmissioni televisive: da Quarto Grado all’Italia sul 2 e Matrix. Faceva da psicologo nella trasmissione Cupido e criminologo in Real CSI. Impegnato in svariate attività religiose, culturali e politiche;
  4. Roberta Bruzzone. Nata a Finale Ligure nel 1973, è criminologa e psicologa forense. È stata anche docente Unicusano. Oltre ad aver scritto diverse opere e a presenziare come ospite in programmi televisivi, è stata autrice e conduttrice della trasmissione La scena del crimine, nonché conduttrice di Donne Mortali. Si tratta quindi di una delle più importanti psicologhe famose, ma non solo;
  5. Francesco Bruno. Anche lui criminologo e psichiatra, Originario di Celico, in Provincia di Cosenza, dove è nato nel 1948. Personaggio controverso che si è trovato spesso al centro di dibattiti e polemiche, ha collaborato a vari programmi televisivi come Porta a Porta, Maurizio Costanzo Show e Delitti.

Come puoi notare gli psicologi famosi in tv aumentano la loro popolarità.

Amante della psicologia? Scegli i corsi Unicusano

Se oltre ad informarti sugli psicologi famosi contemporanei e della storia, sei interessato a conoscere meglio questa disciplina o magari a specializzarti in essa, ti suggeriamo alcuni corsi di laurea che potresti seguire (clicca sul loro nome per visionare la scheda completa).

  1. Laurea triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche, ovvero la scelta più naturale da fare;
  2. Psicologia clinica e della riabilitazione, se sei appassionato di questo ambito e cerchi una laurea magistrale. Oppure del Lavoro e delle organizzazioni, se volessi specializzarti in questo settore;
  3. Medicina, psicologia e biofisica nelle scienze umane o Psicologia dello Sport, se cerchi un master di I livello;
  4. Psicologia Pediatrica oppure della Salute Organizzativa come master di II livello.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali