informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Test a risposta multipla: consigli su come superarlo

Commenti disabilitati su Test a risposta multipla: consigli su come superarlo Studiare a Salerno

Sei alla ricerca di consigli utili su cosa sono e come superare i test a risposta multipla?

Non temere, perché stati leggendo l’articolo giusto. Che tu debba affrontare dei test di diritto privato, esami, quiz concorsi pubblici, di abilitazione, o per la patente, questa guida farà al caso tuo.

Seguendo i nostri consigli, studiando il giusto e cercando di rilassare la mente, nulla è impossibile.

Ti forniremo, infatti, tutte le dritte del caso per capire il meccanismo e affrontare questionari specifici o quiz a risposta multipla di cultura generale. Inclusi i trucchi per test di logica e il cosiddetto Minnesota.

Pronto per cominciare? Allora non perdiamo tempo e iniziamo subito. Buona lettura.

test diritto privato

Domande a risposta multipla: tutto ciò che devi sapere

Nei prossimi paragrafi cercheremo innanzitutto di capire come sono strutturati i test a risposta multipla, ma anche di segnalare qualche trucco per facilitarti nel loro svolgimento. L’importante, però, è avere una buona preparazione di base. E questa si acquisisce solo preparandosi ed esercitandosi. Ma adesso entriamo nel vivo della questione, sviscerandola nel merito.

Quiz e test a scelta multipla: come funzionano

I test a risposta multipla sono costituiti da domande che prevedono una o più risposte esatte da selezionare da una lista data contestualmente al quesito in oggetto.

Ne deriva che la struttura dei quesiti a risposta multipla è costituita da due parti.

  1. La domanda. A sua volta, è spesso scindibile in altre due parti: la radice e la domanda vera e propria. La prima serve ad introdurre il problema, rendendo il quesito quanto più chiaro, comprensibile, valido e autentico. Ecco un primo consiglio utile: dove e presente, leggi bene questa parte, perché potrebbe in qualche modo suggerirti la risposta, o quantomeno farti accendere la giusta lampadina per ricordarti l’argomento, che magari hai studiato ma è rimasto chiuso in cassetto infondo alla tua memoria. La domanda, invece, descrive cosa si vuole sapere da chi sostiene l’esame. Ad esempio in un quiz diritto privato: Il proprietario del fondo può impedire le esalazioni provenienti dall’industria sita sul fondo attiguo?”.
  2. Le opzioni di risposta. Nel caso della domanda posta a esempio, potrebbero essere: a) Solo quelle eccedenti la normale tollerabilità; b) Sempre perché il CC pone in generale il divieto di emissione; c) Solo se si tratta di una industria che esercita una attività non autorizzata; d) No, in nessun caso.

Questionario a risposta multipla: esempio

Ma proviamo a fare altri esempi di domande da questionario a risposta multipla modello.

La Pax Romana fu il lungo periodo di pace imposto sugli stati all’interno dell’Impero romano da parte di Augusto. Quale significato ebbero l’unificazione e la pacificazione imperiale per l’evoluzione economica di Roma?

Oppure, per cambiando ancora argomento:

Quali dei seguenti attori non è nato in Italia?

  1. Pierfrancesco Favino
  2. Marcello Mastroianni
  3. Leonardo Di Caprio
  4. Christian De Sica

Una domanda da test a risposta multipla di letteratura potrebbe invece essere:

Enrico Pea è stato un poeta, scrittore e impresario teatrale italiano del ‘900. Che tipo di narrativa autobiografica ha espresso?

Passando invece alla Fisica, potresti trovarti difronte ad un quesito del genere:

Se l’energia cinetica dell’elettrone dell’atomo di idrogeno è E=13,65 eV, qual è la sua velocità e qual è la sua lunghezza d’onda di Broglie?

E chiudiamo con un esempio di sociologia.

L’antropologo statunitenste Clifford Geertz sosteneva che non esistono esseri umani non acculturati. Si cosa fondava questa sua teoria?

Concorsi pubblici: quiz a risposta multipla e test del Minnesota

Il Minnesota Multiphasic Personality Inventory (acronimo MMPI-2, riferito ad una versione successiva del primo MMPI) è una sorta di test a risposta multipla tra i più utilizzati, specialmente per valutare la personalità di chi vi si sottopone. Molto diffuso in ambienti militari e nella psicologia del lavoro e in quella giuridica.

L’MMPI-2 prevede una serie di domande che hanno come risposta solamente due opzioni: vero o falso. Il questionario originale è protetto da copyright, ma questa formula è spesso ripresa per test attitudinali e quiz concorsi pubblici.

Il format ufficiale e completo è composto da 567 affermazioni (dette item), da confermare o smentire, per la cui risoluzione si concede in genere tra i 60 e 90 minuti. Ne esiste anche una versione ridotta, limitata ai primi 370 quesiti, e addirittura una riservata agli adolescenti tra i 14 e i 18 anni, denominata MMPI-A.

Trucchi quiz patente, esami e concorsi

Dopo aver spiegato come funzionano diversi tipi di test a risposta multipla, passiamo a suggerirti alcuni trucchi per superarli.

  1. Studia. Sembrerà banale, ma se non lo fai difficilmente riuscirai a rispondere correttamente;
  2. Impara come memorizzare le risposte dei quiz di prova, rilassando la mente per essere più produttivo;
  3. Rispondi subito alle domande sicure, perché ti aiuta a sbloccarti e ad ottimizzare i tempi;
  4. Leggi bene le domande, perché spesso, come abbiamo già accennato in questo articolo, può indicare la risposta o rinfrescarti la memoria. Specialmente nella radice;
  5. Prima di rischiare, informati se una risposta sbagliata ti fa perdere punti o meno. Alcuni test a risposta multipla prevedono di sottrarre punti in caso di risposta sbagliata. In altri, invece, queste semplicemente non assegnano alcun punteggio. Se proprio non sai che pesci prendere su uno o più quesiti, prima di tentare la sorte, tieni bene in considerazione questo aspetto. Perché a volte è meglio non rispondere che sbagliare;
  6. Fai attenzione alla sequenza delle risposte. Le combinazioni difficilmente si ripetono. Se la risposta corretta alla prima domanda corrisponde alla lettera A (oppure la 1, se espressa in numeri), difficilmente lo stesso varrà per la domanda successiva. Quindi: se sei certo che la risposta alla prima domanda è la A, mentre per la terza è la C, ci sono buone possibilità che la risposta alla seconda domanda sia la B. Anche se l’unico modo essere certi di dare la risposta esatta è sempre quello di aver studiato bene;
  7. Tieni d’occhio la risposta più lunga. In genere ci sono due possibilità: o è quella corretta, perché più dettagliata delle altre, oppure è un trucco per fartelo credere. Ma in questo secondo caso, spesso è evidente se sei un minimo preparato sull’argomento. Tanto che alcune potrebbero quasi sembrarti domande a risposta multipla divertenti.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali